FORTES è sede d'esame accreditata dall'Università per Stranieri di Perugia per la certificazione CELI


Due partenariati strategici per FORTES

marzo 27, 2020 − by fortes − in Senza categoria − No Comments

Due partenariati strategici per FORTES

FORTES Impresa Sociale continua ad accrescere le proprie collaborazioni europee, anche attraverso progetti internazionali di particolare rilievo, come nel caso dei due partenariati strategici che la vedono attualmente protagonista.

 

testo 3Il primo è il KA2 “MovAbility”, del quale proprio FORTES è promotrice insieme ad altri 7 partner di altrettanti Paesi europei (Bulgaria, Francia, Irlanda, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna e Italia naturalmente) e per il quale ha ospitato a Vicenza il kick off meeting, nel mese di febbraio. Obiettivo del progetto è produrre una serie di materiali a supporto delle scuole di tutta Europa sui modelli organizzativi più efficaci per offrire agli studenti che presentano bisogni speciali un’esperienza di mobilità internazionale in grado di valorizzare al massimo l’autonomia e le potenzialità di ognuno. Il tutto attraverso un percorso di 2 anni, durante il quale saranno organizzati incontri periodici tra i partner, ma anche soggiorni all’estero per gli operatori stessi, con l’obiettivo di studiare e comprendere meglio le esperienze e le metodologie sviluppate dai singoli partecipanti al progetto.

«Ogni anno mandiamo all’estero e accogliamo diversi studenti portatori di bisogni speciali – spiega Andrea Cecchin, co-fondatore di FORTES Impresa Sociale – e proprio la nostra esperienza dimostra che la diversità non è necessariamente un impedimento, anzi può essere vista come una ragione in più per vivere un’esperienza di questo tipo».

Sullo stesso tema, FORTES è anche uno dei partner del KA2 “Make It happen”, coordinato da Cap Ulysse di Bordeux. Questo progetto riunisce e mette a confronto 8 organizzazioni provenienti da Francia, Italia, Spagna, Portogallo e Germania. Anche in questo caso il focus è sulla mobilità di persone con bisogni speciali e disabilità ai fini dell’apprendimento e della formazione professionale. Ufficialmente lanciato a fine febbraio a Bordeaux, il progetto “Make It Happen” proseguirà fino a giugno 2022, per una durata complessiva di 30 mesi, con tappe in tutta Europa, per conoscere e condividere casi aziendali e proposte formative di successo e rafforzare la collaborazione fra i partner coinvolti.

Fra i risultati attesi, un catalogo delle buone pratiche incontrate sul campo, l’incremento delle competenze specifiche dello staff coinvolto nei meeting transazionali e la creazione di un network europeo di attori economici interessati da un lato ad aprire le porte del proprio contesto professionale a soggetti con disabilità, dall’altro a collaborare attivamente con gli esperti nel campo della formazione e dell’inclusione sociale per la creazione di nuove opportunità europee nell’ambito dell’inclusione e dell’uguaglianza.

Comments are closed.