LA TESTIMONIANZA DI FORTES IMPRESA SOCIALE A JOB&ORIENTA 2019

banner PercorsoArancione 300x300 JOB19 300x300Le best practices per progettare e organizzare esperienze di mobilità all’estero e interregionale con un elevato valore formativo.

Padiglione 6 - Percorso Arancione “Educazione e Scuole”

Per il settennato 2021-2027 la Commissione Europea ha proposto di raddoppiare il bilancio del programma Erasmus+, investendo ben 30 miliardi di euro: l’UE quindi crede fermamente nel valore formativo delle esperienze di mobilità internazionale per gli studenti. Ma come rendere tali esperienze realmente formative? Risponderà proprio a questo interrogativo - a Job&Orienta 2019 - FORTES Impresa sociale, che sarà presente alla rassegna veronese (in programma dal 28 al 30 novembre) all’interno Padiglione 6, nell’ambito del Percorso Arancione “Educazione e Scuole”. Una testimonianza che nasce innanzitutto da un’esperienza di primissimo livello, come dimostrano i numeri: quest’anno infatti l’impresa sociale vicentina sta coordinando più di mille esperienze di tirocinio all’estero, in 15 diversi Paesi, per altrettanti studenti italiani di 42 scuole in 9 diverse regioni, e parallelamente sta accogliendo oltre 300 studenti stranieri per un tirocinio in aziende del Veneto.

Disabilità ed esperienze di mobilità

Il tutto con una particolare esperienza acquisita anche nell’organizzazione di stage per utenti diversamente abili: «Ogni anno mandiamo all’estero e accogliamo diversi studenti con forme di disabilità - racconta Andrea Cecchin, co-fondatore di FORTES -. Proprio la nostra esperienza dimostra che la disabilità non è necessariamente un impedimento, anzi può essere vista come una ragione in più per vivere un’esperienza di questo tipo».

Personalizzare l’esperienza per un maggiore valore formativo

L’esperienza di FORTES in questo ambito nasce da un preciso modus operandi che è anche un impegno etico: «A differenza di altre realtà che operano nel settore - prosegue Cecchin - siamo un’impresa sociale, il che significa che operiamo senza fini di lucro e con la massima attenzione anche al valore etico della nostra attività». Questo principio conduce a dedicare una particolare attenzione al valore formativo di ogni tirocinio e questo è possibile solo progettando e organizzando esperienze il più possibile “cucite su misura” per ogni partecipante, coerenti dunque con il suo percorso di studio, ma per quanto possibile anche con le sue inclinazioni personali e aspirazioni future. Un approccio - questo - che viene adottato per tutte le attività: per i progetti nell’ambito del programma Erasmus+, ma anche per quelli finanziati grazie ai PON e agli altri fondi regionali per l’alternanza scuola-lavoro.

Gli stage in Veneto per studenti stranieri e di altre regioni d’Italia

Gli stessi principi guidano infatti anche l’attività della divisione Incoming di FORTES Impresa Sociale, che nel corso del 2019 ha organizzato tirocini in aziende venete per circa 300 studenti stranieri e italiani, questi ultimi provenienti soprattutto dalle regioni del Centro e Sud Italia. FORTES coordina inoltre le attività di formazione ed internazionalizzazione di un centinaio di rappresentanti di enti pubblici e privati esteri, in visita alle realtà produttive e formative del nostro territorio. Il tutto grazie ad una rete di oltre 50 partner all’estero in almeno 20 Paesi europei e una prestigiosa partnership con oltre 250 aziende venete.

Pin It